Italian English French German Portuguese Russian Spanish

La benna per muletto

Vista la grande richiesta sul mercato di macchinari agricoli innovativi e più agevoli, la ditta F.lli Dalmasso costruisce benne per muletto su misura, studiate per equipaggiare muletti di varie dimensioni, dove sia prevista la benna come attrezzo terminale.

Il muletto equipaggiato con la benna diventa un mezzo operativo polivalente, in grado di spostare materiali sfusi con molta facilita e in piena sicurezza, senza il rischio di cadute accidentali del carico. Ogni benna da muletto dei F.lli Dalmasso, inoltre, è un’ottima soluzione per il caricamento di tramogge o per la creazione di cumuli, dato il suo angolo di sterzata molto stretto ed il suo sistema di sollevamento alto ma con baricentro compatto.

La benna agricola da telaio

Le benne per muletto dei F.lli Dalmasso sono molto utilizzate in luoghi chiusi dove non sarebbe possibile operare con mezzi dotati di motore a combustione. L’azienda propone tre differenti tipi di benna, ma è disponibile anche per la progettazione di soluzioni su misura e personalizzate a seconda delle esigenze. 

Il primo dei tre modelli che l’azienda consiglia ad ogni cliente è la benna agricola da telaio, che viene ancorata direttamente sulla struttura porta forche. In questo modo, l’attrezzo risulta ancorato saldamente al muletto e molto compatto nei confronti della macchina. In questa tipologia di benne è possibile sia il richiamo della benna a 45° sia il rovescio, così da poterla utilizzare in maniera agevole e pratica in tutte le operazioni di carico, trasporto e scarico.

La benna da forche per il trasporto agricolo

La ditta F.lli Dalmasso si pone come un partner di fiducia per tutte quelle aziende che desiderano migliorare il trasporto agricolo con macchinari innovativi e appositamente studiati per rendere ogni operazione più veloce e agevole. In quest’ottica, propone anche un secondo modello di benna per muletto, comunemente chiamata benna da forca con posizione arretrata, vista la particolare struttura che ne permette l’accoppiamento con le forche opportunamente distanziate. 

In questo modello, ogni benna viene saldamente ancorata sopra le forche e movimentata con due cilindri interni. Nonostante questa soluzione risulti molto compatta nei confronti della macchina, permette solo la fase di rovescio della benna, motivo per cui viene solitamente equipaggiata con un trattenitore che evita la perdita del carico. 

La benna da forche a sbalzo e la portata del muletto 

Il terzo modello di benna proposto e realizzato dalla ditta F.lli Dalmasso è la benna da forche a sbalzo, dotata di un sistema di ancoraggio simile al modello da forca descritto precedentemente. La differenza tra i due sistemi sta nel fatto che la benna da forche a sbalzo viene posta in posizione avanzata, cioè davanti alla struttura, e viene movimentata da due cilindri oleodinamici posteriori.

Se da un lato questa tipologia permette sia il richiamo della benna sia il rovescio, rendendola agevole e pratica in ogni fase del lavoro, dall’altro risulta essere ingombrante in fase di manovra in posti stretti. Inoltre, la sua posizione avanzata limita in modo considerevole la portata del muletto.

Tutti i modelli di benna realizzati dai F.lli Dalmasso possono essere equipaggiati con i più svariati tipi di trattenitori e possono essere prodotti in qualunque grandezza, in base alle dimensioni del muletto e alle richieste del cliente.

Inoltre, nel manuale d’uso e manutenzione di ogni benna dei F.lli Dalmasso viene fornito un calcolo molto semplice e intuitivo per la misurazione della nuova portata residua del muletto a cui viene collegata la benna. Questa procedura, oltre ad essere obbligatoria, garantisce la stabilità del muletto e di conseguenza la sicurezza degli operatori.

Per quanto riguarda l’uso e l’impiego delle benne, il lavoro non cambia. Il consiglio dei F.lli Dalmasso è quello di operare con la benna a circa 15 cm da terra in fase di spostamento e di procedere con il sollevamento solo dopo essersi posizionati nel punto di carico o scarico, per evitare che la frenata a benna alta crei instabilità.

I tipi di spaccalegna dei F.lli Dalmasso

F.lli Dalmasso offre una svariata gamma di attrezzi studiati e realizzati per poter spaccare tronchi o rami di grosse dimensioni per la produzione di legna da ardere. In particolare, propone diverse tipologie di spaccalegna, in grado di agevolare al meglio le operazioni e di rendere più veloce e snello il lavoro dell’operatore. Gli spaccalegna in vendita dai F.lli Dalmasso sono altamente resistenti: questa caratteristica li rende perfetti su qualunque tipologia di legno, in particolare su trochi e rami difficili da tagliare. 

Gli spaccalegna a vite

Gli spaccalegna a vite proposti da F.lli Dalmasso sono attrezzi da montare su escavatori o macchine operatrici da 15 fino a 140 quintali. Sono dotati di un potente motore idraulico orbitale con motoriduttore epicicloidale, in grado di trasmettere la coppia torcente ad un’apposita vite conica a 4 principi, la cui penetrazione nel legname provoca l’apertura delle fibre del legno e di conseguenza la sua separazione. 

Gli spaccalegna a vite sono molto diffusi, sul mercato ve ne sono di tutti i prezzi e di qualità molto differenti. A partire dalla vite conica, il modello in vendita da F.lli Dalmasso si contraddistingue per il puntalino terminale intercambiabile, che non è a singolo principio come una vite normale, ma a 4 principi e prodotto attraverso una fresa a controllo numerico di ultima generazione. Questa caratteristica garantisce una penetrazione molto più rapida e uno sforzo non eccessivo del motore. 

Il motore idraulico degli spaccalegna a vite dei F.lli Dalmasso non lavora in presa diretta sulla punta, ma è supportato da un apposito cuscinetto e da un motoriduttore che ne aumenta notevolmente la potenza. 

Lo spaccalegna a vite è uno strumento polivalente che, grazie ad un apposito accoppiamento esagonale, può trasformarsi con facilità in una fresa ideale per eliminare ceppi anche di notevoli dimensioni, fino a 500 mm, da strade, parcheggi, parchi e boschi. Allo stesso modo può trasformarsi in una trivella per scavare buchi nel terreno, per le operazioni di palificazioni o per lavori nei frutteti.

Gli spaccalegna lineari

Gli spaccalegna lineari proposti dai F.lli Dalmasso sono realizzati per spaccare in più parti un tronco o un pezzo di legno pretagliato in sezioni. Questi attrezzi sono in grado di ridurre al minimo gli spostamenti della macchina operatrice, di velocizzare le successive operazioni di carico, cippatura e triturazione e di favorire l’asciugatura naturale del legno.

Gli spaccalegna lineari sono ideali anche per piccoli e medi volumi. Inoltre, possono essere montati su un motore rotante oleodinamico, che conferisce alla macchina uno spin a 360°, che ne aumenta la precisione di posizionamento durante il lavoro. Questa tipologia di spaccalegna è pensata anche per essere applicata a escavatori con un peso operativo dai 35 ai 90 quintali.

Gli spacca tronchi

F.lli Dalmasso vende anche spacca trochi di elevata qualità, realizzati per rompere tronchi di notevoli dimensioni e con particolari nervature, rispondendo a qualsiasi tipo di esigenza del cliente, dal settore agricolo a quello forestale.

Questi spacca tronchi sono dotati di una piastra d’attacco forata che ne consente il montaggio su ogni tipo di macchina operatrice. Si contraddistinguono, inoltre, per una pinza spaccalegna che riesce a trascinare e a tagliare velocemente e senza problemi qualsiasi tipo di legna. 

Il modello proposto da F.lli Dalmasso vanta estrema versatilità, precisione, sicurezza e affidabilità. La pinza è equipaggiata da due appositi estrattori per agevolare l’uscita dei due taglienti dai legni più duri. Il suo funzionamento è semplice: un cilindro oleodinamico molto potente e con un’ampia leva di potenza trasmette il movimento a due apposite “chele” con taglianti terminali intercambiabili, che favoriscono la rottura e la divisione di tronchi anche di grande diametro. Gli spacca legna sono largamente utilizzati per il taglio in più parti dei tronchi di grosse dimensioni, difficilmente lavorabili con uno spaccalegna automatico.

Le difficoltà dello sgombraneve in pendenza

Sgombrare la neve in pendenza presenta notevoli difficoltà, ma il sistema di sollevamento a parallelogramma delle lame FD 3.0 sortisce un ottimo risultato anche nelle condizioni più critiche. Questa tecnica, infatti, consente un movimento molto ampio sia in salita che in discesa, così da permettere un lavoro impeccabile anche in terreni con forti pendenze, ad esempio nelle strade di montagna o in presenza di dossi. Con le lame FD 3.0 dei F.lli Dalmasso scompaiono le difficoltà dello sgombraneve in pendenza e si favorisce l’accatastamento della neve in altezza.

Lame FD 3.0 per facilitare il lavoro dello sgombraneve

F.lli Dalmasso produce una gamma di lame sgombraneve della larghezza massima di 3 metri e 30, nate per equipaggiare trattrici di 4 cilindri. Dispone, inoltre, di un vasto assortimento di lame, vomeri, turbo frese e spargisale in grado di far fronte ad ogni esigenza del cliente, grazie alla collaborazione pluriennale con l’azienda Modenese Aldo Annovi. 

Le lame da neve per trattrici da 4 cilindri, chiamate FD 3.0, sono tra le migliori sul mercato e il sistema di sollevamento a parallelogramma le rende il top di gamma tra le varie attrezzature impiegate come sgombraneve

Nella maggior parte delle lame da neve in commercio, l’angolazione di sgombero è di circa 35°, mentre nelle FD 3.0 questo valore arriva a ben 42°. Questa ampiezza è stata voluta da F.lli Dalmasso per sforzare il meno possibile la trattrice e per favorire il rotolamento della neve. Inoltre, i cilindri montati hanno un’apposita testata antiscoppio e sono equipaggiati da una valvola antishock per attutire gli urti laterali.

Un sistema di sollevamento della neve snello e veloce

La rollatura delle lame dei F.lli Dalmasso ha una speciale inclinazione che migliora il rotolamento della neve facendola scivolare al suo interno e convogliandola verso il bordo strada. 

Inoltre, le FD 3.0 prevedono di serie l’inclinazione idraulica con un doppio cilindro oleodinamico che permette di angolare la lama fino a 30° per uno sgombero ottimale in ogni condizione, ad esempio in presenza di neve fresca o sciolta, oppure con il ghiaccio. 

I due cilindri equipaggiati con apposito accumulatore ad azoto svolgono la funzione di antiurto “no stop” in modo confortevole ed automatico. Grazie a queste migliorie attentamente studiate e realizzate, le FD 3.0 rendono il sistema di sollevamento della neve molto più snello, pratico ed efficace, velocizzando i tempi e comportando un notevole risparmio in termini di lavoro e costi.

Migliorare la viabilità delle strade con macchinari per la neve innovativi

Le FD 3.0 godono di tante altre caratteristiche che le rendono la soluzione ideale per chiunque operi nel settore del sollevamento neve con l’impiego di trattrici per favorire la viabilità delle strade. Sono diversi gli aspetti del sistema dei F.lli Dalmasso da tenere in considerazione e che hanno fatto di questi macchinari delle vere e proprie innovazioni del settore. 

L’oscillazione delle lame, ad esempio, è guidata da due apposite asole con tazze tarabili ad alta resistenza, ed è supportata da un dispositivo a doppia molla regolabile, ideale per operazioni di banchinamento. In questo modo l’oscillazione è gestita e regolata dalle molle che, anche con lama in posizione sollevata, viene sostenuta dalle stesse non cadendo lateralmente ma restando in equilibrio.

Sistemi integrativi per le lame da neve FD 3.0

Al sistema delle lame da neve, F.lli Dalmasso ha integrato altre soluzioni che riescono a facilitare e snellire sia il lavoro della macchina, sia quello dell’operatore. Ad esempio, dopo svariate richieste dei clienti che consideravano troppo ingombranti le classiche piastre in commercio, F.lli Dalmasso ha ideato l’attacco DIN2, appositamente realizzato per le trattrici agricole. Questo nuovo sistema permette di ottenere gli ancoraggi più performanti sul mercato, una grande facilità di collegamento e di scollegamento delle lame da neve e una presa solida, stabile e senza giochi di accoppiamento tra tutti i componenti della piastra, delle lame e della trattrice.

Anche l’attacco a sollevamento dei F.lli Dalmasso è pensato per ridurre le difficoltà che si incontrano durante l’attività di sgombraneve in condizioni normali e in pendenza. Questo elemento può essere montato sulla lama senza apportare modifiche e se necessario, permette di convertirla alla versione con sistema a parallelogramma e piastra, acquistando un apposito kit. L’attacco a sollevamento dei F.lli Dalmasso, oltre ad essere molto robusto, è anche bello esteticamente.

Caricatori posteriori per trattori

F.lli Dalmasso è sinonimo di innovazione tecnologia e qualità grazie alle notevoli migliorie e proposte in grado di rendere più agevole il lavoro delle trattrici agricole. Una novità di rilievo in questo settore è rappresentata dai caricatori posteriori per trattori, un’invenzione che permette di garantire una maggiore stabilità della trattrice e una perfetta visibilità da parte del conducente. Queste migliorie sono il frutto di anni di studio e sperimentazione, ma anche di grande passione e dedizione per il settore, che rendono F.lli Dalmasso un partner affidabile per chiunque operi in campo agricolo o forestale.

Caricatori frontali

I caricatori agricoli frontali sono tra gli attrezzi più utilizzati e polivalenti in campo agricolo, poiché svolgono molteplici lavori. Pensati per un uso prettamente agricolo, questi strumenti vengono impiegati anche in ambito forestale o industriale: in questi casi sono equipaggiati con attrezzi speciali, con lo scopo di aumentarne la performance e la sicurezza delle persone.

Su alcune tipologie di trattrici e in particolar modo su quelle reversibili e di piccola entità, la parte del motore può trovarsi in posizione avanzata rispetto all’assale anteriore. In tali situazioni, l’utilizzo di caricatori frontali potrebbe sovraccaricare l’assale anteriore e compromettere la stabilità della trattrice stessa. Per questo, F.lli Dalmasso ha voluto impegnare il proprio tempo e le sue risorse per mettere a punto un nuovo sistema, quello dei caricatori posteriori per trattori, in grado di risolvere queste problematiche e consentire un lavoro veloce e di qualità. 

Caricatori posteriori per la stabilita della trattrice

Per le trattrici speciali e per quelle reversibili di piccola entità, F.lli Dalmasso costruisce su misura caricatori posteriori, solidi e robusti, dotati di un sistema di ancoraggio che non compromette in alcuna maniera il lavoro di sollevamento, di tiro e tantomeno quello della presa di forza. Inoltre, il sistema di ancoraggio ideato da F.lli Dalmasso consente al caricatore posteriore di essere collegato e scollegato con estrema facilità dalla trattrice. Questi caricatori speciali vengono comandati direttamente dal posto di guida attraverso l’uso di un joystick.

I caricatori posteriori realizzati dall’azienda F.lli Dalmasso garantiscono la stabilità della trattrice avendo tutto il peso del motore in posizione posteriore e consentendo maggiori portate e un minore sovraccarico sugli assali. Girando il sedile “reversibile” la trattrice sembra trasformarsi in una macchina operatrice in miniatura e il conducente ha sempre il controllo della situazione.

A questi caricatori, compatti e potenti, è possibile collegare diversi attrezzi per le più svariate esigenze. L’aggiunta di ulteriori elementi può avvenire grazie a un apposito attacco rapido: i caricatori posteriori sono dotati, infatti, di un sistema meccanico a parallelogramma che mantiene l’angolo assoluto dell’attrezzo al variare dell’altezza.

Un migliore controllo trattrice

I caricatori posteriori per trattori hanno le stesse caratteristiche dei migliori caricatori frontali, solo che nei trattori a guida retroversa diventano molto più utili e vantaggiosi. Sono macchinari di serie autolivellante e dotati di doppio rinvio così da avere angoli di lavoro più ampi e un attacco rapido agli elementi terminali. Il caricatore posteriore è supportato da una robusta struttura che favorisce un migliore controllo della trattrice, poiché lascia liberi le barre di sollevamento, il traino, il terzo punto e la presa di forza. Anche la robustezza delle staffe di ancoraggio contribuisce a rendere più sicura la trattrice, che va a snodare centralmente. Un altro vantaggio di questo sistema è la maggiore visibilità per il guidatore, poiché il cofano della trattrice non è occupato da ostacoli ed è possibile avere una vista migliore su tutta l’area di lavoro.

F.lli Dalmasso è a disposizione di chiunque desideri maggiori informazioni caricatori posteriori per trattori e fornisce un’efficiente assistenza pre e post vendita.

Come evitare la caduta di balloni

Balloni

Per chi opera nel settore agricolo è estremamente importante assicurarsi che il trasporto e l’accatastamento delle balle di fieno o di foraggio sia agevole e sicuro, sia per non rallentare il lavoro sia per non incorrere in incidenti che possano mettere a repentaglio la sicurezza di persone e cose. Per soddisfare le esigenze dei suoi clienti, che necessitano di sollevare i balloni ad altezze elevate e senza preoccupazioni, F.lli Dalmasso ha progettato e realizzato specifiche forche che permettono di aumentare l’altezza massima di impilaggio fino a 1,90 metri. 

Le forche per balloni con recupero altezza dei F.lli Dalmasso

Nel settore agricolo le innovazioni tecnologiche hanno l’obiettivo di facilitare e ottimizzare il lavoro e trovare soluzioni quanto più rispondenti alla necessità di chi vi opera quotidianamente. In quest’ottica, F.lli Dalmasso progetta e realizza nuovi sistemi e macchinari in grado di venire incontro alle esigenze dei clienti e di evitare, in questo caso, la caduta dei balloni durante il trasporto e l’accatastamento, rendendo queste operazioni più agevoli e sicure.

Le forche per balloni dei F.lli Dalmasso sono molto robuste e vengono progettate e costruire per garantire la massima compattezza: queste caratteristiche permettono di non sbilanciare la trattrice agricola o di sovraccaricare il caricatore frontale su cui sono montate. Le forche per balloni sono inoltre dotate di un sistema di leveraggi a parallelogramma, che ne permette sia l’uso in modalità normale sia un ulteriore sollevamento verso l’alto, fino a 1,90 metri, attraverso l’azione su un cilindro idraulico. 

Un modo pratico e veloce per l’accatastamento del fienile 

Le forche per balloni con recupero altezza dei F.lli Dalmasso sono molto apprezzate dai clienti poiché, durante lo spostamento verso l’altro, questi macchinari compiono un movimento a raggio, che fa “sporgere” ulteriormente in avanti la forca e che si rivela un’operazione molto utile nel caricamento di fienili o rimorchi. Le forche vanno così a sostituire totalmente il muletto idraulico, un attrezzo molto più pesante e meno performante, poiché limitato a sollevare in alto la balla senza la possibilità di uno spostamento in avanti dei balloni. 

Con la forca con recupero altezza dei F.lli Dalmasso, il lavoro di accatastamento del fienile diventa tempestivo, preciso e più sicuro, poiché non è necessario movimentare più balloni l’uno sull’altro, con il rischio di una loro caduta accidentale.

Pinze per fasciati contro le perdite carico

Per venire incontro alle esigenze e alle richieste della sua ampia clientela, F.lli Dalmasso ha creato una pinza per fasciati universale, in grado di pinzare dai balloni più piccoli fino a quelli di diametro maggiore e più pesanti. Grazie alla sua struttura in tubolare e ad un cilindro idraulico opportunamente dimensionati, la forca risulta essere al tempo stesso molto potente e robusta.

La parte della pinza a contatto con la balla è completamente arrotondata, eliminando ogni possibilità di tagliare o rovinare la fasciatura delle balle. 

Le forche sono indipendenti così da poter prendere senza difficoltà balloni in posti ristretti o disposti contro un muro o una sponda. Sia in apertura che in chiusura è presente un arresto meccanico che blocca il movimento delle forche senza sovraccaricare il cilindro idraulico e limitando i giochi di esercizio nel tempo. I cilindri idraulici, inoltre, sono equipaggiati con opportune valvole di blocco per evitare perdite di carico e per rendere sicuro il lavoro. 

Forche e cilindri idraulici sono in grado di supportare qualunque tipo di movimento, grazie alla presenza di boccole antiusura e ad alta resistenza, ingrassabili e intercambiabili.